Coop, Scuola e Territorio

//Coop, Scuola e Territorio
Coop, Scuola e Territorio 2017-07-19T10:38:59+00:00

Nel valutare il contributo di Coop alla didattica nelle Scuole italiane, offerto secondo una sua consolidata tradizione, vanno tenuti in evidenza alcuni elementi chiave che la normativa vigente affida alle Istituzioni Scolastiche Autonome e che vale la pena sottolineare.
In primis, le Scuole sono chiamate ad elaborare un proprio Piano Triennale dell’Offerta Formativa che contenga e sostenga il Curricolo di Istituto. Al contempo, l’idea stessa di autonomia scolastica presuppone una forte relazione biunivoca della scuola con il proprio erritorio che dia effettiva sostanza a tale prerogativa costituzionalmente tutelata.
Terzo elemento da evidenziare è l’idea di didattica laboratoriale che pervade le Indicazioni Nazionali per il Curricolo, quale richiamo
al protagonismo dei soggetti in apprendimento nella co-costruzione di conoscenze, abilità, competenze.

Tenere coerentemente unite tali esigenze e focalizzarle sul perseguimento degli obiettivi cognitivi ed educativo-relazionali, rappresenta
la sfida che la Scuola deve sapere vincere, evitando di produrre una nutrita serie di percorsi di apprendimento tra loro frammentati, con obiettivi poco coinvolgenti e quindi condannati a una rapida decadenza.
Una modalità che si dimostra feconda di esiti positivi in tal senso è quella di progettare esperienze laboratoriali con valenze tenticamente significative per i soggetti in apprendimento e capaci di fornire un solido terreno unitario sia per il perseguimento degli
obiettivi specifici di apprendimento delle singole discipline sia per conquistare, nell’autenticità dell’esperienza del lavoro comune, gli obiettivi relazionali e di cittadinanza.
In tale prospettiva la scuola, rimanendo nel cuore della propria mission, può attingere dal proprio territorio di riferimento contenuti,
strumenti, collaborazioni in termini di risorse umane e materiali e può restituire offerte culturali destinate a tutta la cittadinanza.
Le proposte Coop per la Scuola costituiscono occasioni preziose in tale direzione.
Mentre viene confermata la tradizionale ricchissima offerta di esperienze didattiche, contenute nella Guida, si rafforza la possibilità di realizzare percorsi più complessi capaci di divenire ancor più parte portante del curricolo, con il coinvolgimento complessivo del team docente e di più ambiti disciplinari e con la possibilità di rafforzare legami autentici tra la scuola e le dimensioni amministrative, culturali, produttive, sociali del proprio territorio di appartenenza.

Elio Raviolo
già dirigente scolastico