Crescere cittadini digitali – Progetto di comunità

/Crescere cittadini digitali – Progetto di comunità
Crescere cittadini digitali – Progetto di comunità 2017-07-19T10:11:13+00:00

3- CRESCERE CITTADINI DIGITALI

Uso consapevole delle nuove tecnologie e della rete
Parole chiave
Uso consapevole della rete, sicurezza, tutela
Competenza da sviluppare

OBIETTIVI DI CITTADINANZA

Elaborare e realizzare progetti riguardanti le proprie attività, utilizzando le conoscenze apprese per stabilire obiettivi significativi valutando i vincoli e le possibilità esistenti
Sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella vita sociale e far valere al proprio interno i propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.
Possedere strumenti che gli permettano di affrontare la complessità del vivere nella società globale del nostro tempo

OBIETTIVI DIDATTICI

Saper ipotizzare le possibili conseguenze di una decisione o di una scelta di tipo tecnologico, riconoscendo, in ogni innovazione, opportunità e rischi
Saper conoscere proprietà e caratteristiche dei mezzi di comunicazione.
Saper usare efficacemente e responsabilmente i mezzi di comunicazione rispetto alle proprie necessità di studio e sociali
Accostarsi a nuove applicazioni informatiche esplorandone le funzioni e le potenzialità

Elementi di scambio di punti di vista
Confronto tra pari e intergenerazionale su usi e abitudini
Ambiente di riferimento
Classe
Protagonisti
4 classi seconde della primaria di 1° grado
4 classi terze della primaria di 1° grado
Tipo di restituzione
Da progettare con il gruppo dei ragazzi per la condivisione, con i loro genitori, della esperienza
Breve descrizione
Siamo cittadini digitali? Essere cittadini digitali oggi significa sapere utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie per la scuola, il lavoro, il tempo libero e la comunicazione. L’utilizzo diffuso di dispositivi e programmi dall’interfaccia sempre più semplice, immediata ed intuitiva offre oggi, per la prima volta nella storia, la possibilità alle persone di essere non solo fruitori ma anche produttori attivi di contenuti. Non bastano, quindi, solo le competenze tecniche, ma occorrono anche quelle etiche e relazionali per sfruttare al meglio le opportunità offerte dal digitale, per creare un “cittadino digitale” capace orientarsi al meglio nel mondo globale.
Modalità e tempi del percorso
1 incontro di circa 30’ con i docenti delle classi coinvolte per condividere i metodi dell’attività e per valutare eventuali tematiche che i docenti stessi vogliano trattare o approfondire. (Incontro da inserire in un contesto di riunione già calendarizzato dalla scuola per i docenti)
1 incontro di 3h a scuola con studenti di ciascuna delle classi coinvolte nel percorso (4 classi seconde e 4 terze della secondaria di 1° grado dell’IC FERRARI)
1 incontro serale in plenaria con i genitori degli studenti coinvolti per la restituzione e la condivisione dei contenuti trattati con i ragazzi. A questa plenaria possono partecipare anche i ragazzi.
Possibilità di proporre percorsi laboratoriali sulla sicurezza organizzati proprio per i genitori e a loro riservati nei quali raccontare il mondo digitale. Il percorso prevede gruppi di lavoro di circa 25 genitori e i temi proposti sono:
Cosa fanno i ragazzi sui social, come li usano
Che rischi ci sono in questi ambienti digitali
Qual è il ruolo dei genitori nel mondo della rete
Quali possono essere le modalità più efficaci di controllo
Quali possono essere le modalità comunicative genitori-figli che funzionano nel mondo digitale

Metodo

Nessuna lezione frontale teorica, ma si parte dall’esperienza concreta dei ragazzi. Gli spunti di riflessione e didattici sono approfonditi in maniera dialogica e progressiva con il metodo della domanda e risposta.
Stato dell’arte
Il progetto è stato illustrato e condiviso con il referente dell’istituto Ferrari Righini Luca (luca.righini@alice.it) e con la Dirigente Scolastica Diener Assunta
Siamo in attesa della proposta di calendario con cui svolgere l’attività